Comunicato Stampa: Sen. Bonfrisco

bonfrisco-comunicato-stampa img

STAMINALI: Bonfrisco (Pdl), dolore scomparsa Pennacchio

“Mi unisco al dolore della famiglia Pennacchio e all’angoscia di tutti quei pazienti bisognosi di cure compassionevoli e di assistenza che non  hanno trovato al ministero della Salute le soluzioni possibili al loro dramma. Mi auguro che l’eroica azione della protesta guidata da Raffaele Pennacchio al ministero dell’Economia insegni a tutti che il valore della vita e della dignita dei malati non puo’ essere solo lasciato scritto nella Costituzione, ma deve trovare applicazione concreta e quotidiana. Spero non cominci la triste lista dei pazienti che pur avendo ottenuto dai giudici il decreto per avere accesso alle cure compassionevoli con metodo Stamina, non sono sopravvissuti alla chilometrica lista d’attesa che si e’ formata agli Spedali di Brescia. Mi unisco alla richiesta contenuta nella mozione votata da consiglio Regionale della Lombardia nei giorni scorsi e sostenuta dall’assessore alla Sanita’ Mantovani, affinche’ il Governo trovi una soluzone all’empasse determinato dalla decisione del Comitato tecnico scientifico che ha bloccato la sperimentazione e alla dovuta tutela degli Spedali di Brescia per la serenita’ dello svolgimento della terapia”. Cosi’ la sen. Anna Cinzia Bonfrisco del Pdl.”

Roma, 24 ottobre 2013

COMUNICATO STAMPA

Staminali:  Bonfrisco, Mussolini, Cassano, Cardiello, Iurlaro – acquisire anche dati di cartelle cliniche presso ospedali che hanno avuto in cura i  pazienti


Apprezziamo le dichiarazioni del  presidente del Cnt Nanni Costa che a prescindere dalla sperimentazione, intende comunque prendere atto, dal punto di vista dell’evidenzia scientifica, dei risultati oggettivi ottenuti attraverso una terapia compassionevole. Ricordiamo però che Brescia potrà solo fornire  una parte dei dati prevalentemente relativi alla semplice infusione e all’assoluta assenza di effetti collaterali già accertata. Pretendiamo però che avvenga l’acquisizione dei dati contenuti nelle cartelle cliniche presso gli ospedali e gli specialisti che realmente hanno avuto in cura i pazienti. Solo così sarà realmente completo il quadro dei miglioramenti ottenuti da chi ha avuto la fortuna di sottoporsi alla terapia compassionevole svolta agli Spedali di Brescia”. Così i senatori Anna Cinzia Bonfrisco, Alessandra Mussolini, Franco Cardiello, Pietro Iurlaro e Massimo Cassano.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.